BORGHESE FRANZ (1941-2005)

NOTE BIOGRAFICHE

Franz Borghese, pittore, scultore e incisore italiano, nasce a Roma il 21 gennaio 1941 e compie i suoi studi presso l'Accademia di Belle Arti e Liceo Artistico di Roma, con Domenico Purificato, Giuseppe Capogrossi, e comincia a dipingere e frequentare altri futuri pittori come lui. Nel 1964 fonda la rivista d'arte e cultura "Il ferro di cavallo" e  dipinge «La ballade des pendus». Dalla metà degli anni Sessanta è il lucido e ironico narratore delle consuetudini e delle alienazioni della borghesia cittadina, che fissa con Daniela Romano, Giorgio Fasan e molti altri nel film-pittura sperimentale «La grande mela». Il film, in chiave Neoespressionista, racconta la società dei consumi attraverso stereotipi grotteschi, simili  all'Espressionismo ideologico tedesco. Le sue prime personali, nel 1968 alla Galleria "N.F.1" e alla Galleria "Il Calibro" di Roma seguono, negli anni seguenti esposizioni molto attese, nelle maggiori gallerie in Italia e all'Estero. L'argomento preferito che Franz Borghese analizza nei suoi lavori è la società e la folla che lo circonda, ripresa con il pennello intinto nel sarcasmo e nell'ironia, oltre che nel cromatismo della sua tavolozza. Le tecniche di Franz Borghese, abbracciano tutto il modo tradizionale dell'espressione pittorica, con l'aggiunta di innovazioni personali ed aperture alla scultura e all'incisione. L'artista ha sempre lavorato moltissimo, fra colori ad olio, tempera, china, acquerello e tecnica mista, tanto che la morte lo ha colto nel suo studio a Roma, mentre dipingeva il 16 Dicembre 2005.
Opere disponibili: